Post

Visualizzazione dei post con l'etichetta Sapori&costume

Argomenti




Pomodorino del Piennolo

Immagine
Il pomodoro del Piennolo , da quando si raccoglie, da aprile a maggio, a seconda della maturazione e dalla piovosità dell'anno, si mantiene fino alla primavera successiva. Una pratica utilizzata dai contadini per conservare, quanto più al lungo possibile, il prodotto. Col tempo, è stato molto apprezzato per avere un ottimo equilibrio tra dolcezza e acidità, caratterizzato dalla presenza delle terre Vesuviane dove viene coltivato. La definizione "del Piennolo" deriva proprio dal modo in cui viene conservato questo prodotto: Appeso (vedi foto). Si presenta come un unico grappolo da circa 1,5 Kg  e vengono agganciati ad una corda come si vede nel video. Questa pratica, però, può essere applicata solo ad un particolare tipo di pomodoro, appunto, quello coltivato alle falde del Vesuvio e deve avere caratteristiche ben precise. La buccia, che deve essere spessa. Le dimensioni devono essere piccole ( non più di 23/25 grammi) e la polpa deve riempire l’inter

Loburg, lo champagne delle birre

Immagine
Le birre belghe sono fra le più varie e numerose del mondo. Tra le varie tipologie sono molto popolari le pilsener, le ale belghe e le particolari lambic. Troviamo anche le lager, non troppo diffuse, ma che sono riuscite a trovare un loro mercato, ed è il caso della Loburg. Nasce a Louvain in Belgio, è il capoluogo della provincia del Bragante Fiammingo in Belgio a 25 Km da Bruxelles. Come detto nel titolo, questa birra viene definita lo champagne delle birre, perchè è l'unica con il perlage così particolare. Fa parte della tipologia delle Lager ed è una Premium dal gusto delicato e raffinato. si tratta infatti di una birra a bassa fermentazione, leggermente più alcolica rispetto alla sua categoria, che presenta un tasso alcolico pari a 5,2%. Prodotta ancora oggi con il luppolo più nobile d'Europa, il Fiore di Saaz ( Tipico luppolo d'aroma della Repubblica Ceca. Indiscusso re delle Pilsner, è l'unico luppolo utilizzato nella Pilsner più famosa al mondo: la Pil

St. Benoit Ambree

Immagine
St. Benoit è l'importanza dell'acqua. Dimentichiamo che l'ingrediente fondamentale per un'ottima birra è l'acqua. Bene, in questo articolo vi presentiamo la birra che grazie alla particolare qualità all'acqua ha potuto produrre tutti i tipi di birra ed è diventata famosa nel mondo. Buona Lettura. Ci torviamo in Belgio esattamente a Purnode nella provincia di Namur in Belgio. A pochi chilomentri da Danant, la Brasserie du Bocq è un birrificio a conduzione familiare. Tutto è iniziato nel 1858 quando Martin Belot, nella sua tenuta, aveva un campo di raccolto molto ampio. Si costrì un suo impianto per produrre la birra. Inizialmente,la birra, la producevano solo d'inverno, perchè i suoi lavoratori non erano impegnati in quella stagione, quindi potevano lavorare alla sua birra. In aggiunta, a Pernoude  c'è un'alta qualità dell'acqua, un elemnto importante per produrre una buona birra. In breve tempo, il birrificio, allargò l'offerta del

Weihenstephan il più antico birrificio al mondo

Immagine
E' proprio vero, dentro un boccale di birra c'è la storia e la tradizione di un popolo. Stiamo per raccontare le vicende del più antico birrificio della storia, il birrificio del Monastero di Weihenstephan, che dopo quasi 1000 anni, è ancora lì sulla collina, orgogliosa di portare avanti la sua tradizione nella produzione della sua birra. Ci troviamo in Germania, nella Baviera. Si narra che un vescovo Francese, San Korbinian, il cui arrivo a Freising è datato intorno al 720,  fondò una chiesa dedicata a Santo Stefano e qualche tempo dopo fece costruire un dormitorio per monaci che, secondo alcuni documenti, originariamente era annesso all'edificio. Il monastero, costruito poco dopo,  invece, fu dedicato dapprima a San Vito, poi ai santi Stefano e Michele, si pensa che fu fondato dal vescovo Hitto von Freising tra l'811 e l'835. Nel 955 viene distrutto dagli Ungari  ma, venne, dopo diversi anni, ricostruito dagli stessi monaci. Dal 1020 o 1021 , prima era

Fuller's Brewery ex Griffin Brewery

Immagine
E' sempre interessante leggere la storia dei birrifici che hanno fatto la storia della birra. Sicuramente ne fà parte anche il birrificio Londinese Fuller's. In principio il birrificio si chiamava Griffin Brewery, nata da un'acquisizione di un antico birrificio fallito chiamato Meux&Reid, produceva diversi tipi di birra, già dal 1600 circa. Per problemi economici i fratelli Douglas e Herry Thompson e Philips Wood, furono costretti a cercare un partner economico. A questo appello rispose John Fuller che ne prese possesso e suo figlio John Bird Fuller, insieme a Henry Smith e John Turner, cognato di quest’ultimo, diedero origine nel 1845 al birrificio Fuller Smith & Turner che oggi conosciamo, abbreviato, in Fuller’s. The Griffin Brewery, oggi , Fuller's brewery, è famosa anche per avere la pianta di glicine più antica della città di Londra. Grazie alla sua tradizione produttiva ed alle sue vecchie ricette, ha conquistato numerosissimi premi di importanza in

Krombacher vs König Ludwig. parte 2

Immagine
Chiedo una birra artigianale, una pils di un birrificio salentino, e me la versano in due bicchieri marcati diversamente, mortificando, secondo noi, sia la birra artigianale versata, che il nome dei marchi stampati sui bicchieri: Krombacher e König Ludwig . Due marchi storici tedeschi, il primo legata all'imprenditoria che parte dal basso, l'altro legato alla nobiltà Bavarese e ha dato i natali all'ocktoberfest . Due mondi diversi ma con un obbiettivo: Produrre una buona birra. E' anche uno spunto per analizzare due modi di fare impresa, e scopriremo presto, che l'innovazione e il sapersi adattare al mercato circondandosi di figure specializzate portano al successo di un'azienda. König Ludwig GmbH & Co. i natali dell'oktoberfest Ci troviamo a Fürstenfeldbruck a 32 Km da Monaco ed oggi dà il nome all'omonimo distretto, Alta Baviera. Questo Birrificio è legato al regno Tedesco, tanto è vero, che questo birrificio usava lo slogan, per la

Krombacher vs König Ludwig. parte 1

Immagine
Chiedo una birra artigianale, una pils di un birrificio salentino, e me la versano in due bicchieri marcati diversamente, mortificando, secondo noi, sia la birra artigianale versata, che il nome dei marchi stampati sui bicchieri: Krombacher e König Ludwig. Due marchi storici tedeschi, il primo legata all'imprenditoria che parte dal basso, l'altro legato alla nobiltà Bavarese ed ha dato i natali all' ocktoberfest . Due mondi diversi ma con un obbiettivo: Produrre una buona birra. E' anche uno spunto per analizzare due modi di fare impresa, e scopriremo presto, che l'innovazione e il sapersi adattare al mercato circondandosi di figure specializzate portano al successo all'azienda. Il Birrificio Krombacher    Esempio di successo Krombach è un subborgo di Kreuztal, l'esistenza di questa cittadina risale al 1300 ed aveva cira 200 abitanti. Già, esistevano, diverse birrerie, lo testimoniano la presenza di documentazione sulle  "accise".

Pils, Mahrs Brau

Immagine
Siamo in Germania esattamente in Baviera, a Wunderburg, un piccolo subborgo di Bamberga ( situata nell'alta Franconia sul fiume Regniz, vicino alla confluenza col fiume Meno). La storia che stiamo per raccontarvi si svolge vicino ad un'altro luogo molto importante, a pochissimi Km da Dominikanerstraße dove oggi si beve la famosissima Schlenkerla , è oggi, la strada e il quartiere e parte integrante di Bamberga Il Birrificio Nel 1895 Johann Michel acquista un birrificio al numero 10 di Wunderburg con annessa cantina scavata nella roccia nella collina di Stephansberg. Demolisce il tutto per far posto ad una fabbrica di mattoni, la quale struttura si puo' vedere ancora oggi. Dopo le tante difficoltà avute durante la seconda guerra mondiale, nel 1949 riparte la produzione. Ma, nel 1957 Albert e William Michel ricevono il testimone dell'azienda che la trasformano in un birrificio e fondano la Mahr's Brau. Nel 1971 passa nella mani di Ingmar Michel, nipote di Jo

Birrificio Terza Rima, un progetto ben fatto.

Immagine
Mi ha attirato il nome del birrificio e la mia curiosità nel prodotto Birra Artigianale . Subito dopo aver provato due delle loro birre, mi sono subito messo alla ricerca del birrificio per capire qualcosa in più. Il Birrificio Ci troviamo di fronte a un progetto imprenditoriale ben Fatto. Non avendo una storia, il birrificio, ne hanno creato uno. Hanno preso un Testimonial di eccezione: Dante Alighieri. Hanno giustificato il nome del birrificio alla struttura poetica, struttura metrica, del poema Dantesco e hanno dato alle birre nomi che ricordano il poema. La ricerca della grafica, sito pulito e ben fatto,  ricerca dei nomi, trasferisce bene il concetto di trovarsi di fronte ad un prodotto ben fatto. Le Birre Come anticipato, ne abbiamo provate solo due.  Quelle che abbiamo provato non avevano un gusto particolare o ricercato. Questo mi ha fatto subito capire che hanno puntato a produrre un prodotto classico, amabile e ben equilibrato. Per capirci, abbiamo provato una a

Birre Belga in italia ... seconda parte

Immagine
In questo articolo abbiamo provato e scriviamo della Charles Quint Rossa. Di questa Belga abbiamo provato anche la versione bionda, vedi articolo , ma ora, approfondiremo di piu' caratteristiche della birra e storia del Birrificio. Le birre , Charles Quint Blonde e Charles Quint Rouge , chiamate le "birre dell'imperatore" sono prodotte dalla Brouwerii Haacht Brasserie. La Brouwerij Tutto è iniziato tra il 1893 e il 1898, prima di essere un birrificio, la struttura ospitò un'azienda casearia-lattiero chiamata "Melkerij van Haecht". Il 14 giugno del 1898, il mastro birraio Eugène De Ro, produsse la sua prima birra ad alta fermentazione, tempo dopo, si cimentò anche producendo qualche birra a bassa fermentazione. In pochissimo tempo, le sue birre ebbero un'enorme successo a tal punto che la "Hairy's Dairy Company and Brewery" divenne uno dei migliori birrifici  Belga del 1913. In brevissimo tempo, grazie al trasporto su rotaie,

Il canto dei Sanfedisti "la carmagnola"

Immagine
La carmagnola (in francese La Carmagnole) è un canto ed una danza che riscosse una grande popolarità durante il breve periodo in cui Napoli fu nelle mani dei Francesi durante gli eventi della Rivoluzione Francese. Perchè il canto si chiama la carmagnola ? Quest'ultimo è un paese del Torinese, noto per la produzione di canapa. Dopo l'arrivo dei Savoia, i canapai emigrarono nella vicina Francia e lì portarono con sè le tradizioni i loro abiti( il tipico berretto e giubba e il beretto frigio) e balli. Ebbene i francesi rivoluzionari adottarono proprio questa giubba e berretto e con essa i canti popolari, adattati agli avvenimenti , e la ballata. Questo canto si adattò a diverse versione, a seconda dell'occorenza e dell'avvenimento. Nel nostro video  è interpretata quella Napoletana che Ebbe una grande popolarità anche in Italia: ne è una riprova indiretta il fatto che a Napoli i seguaci dei Borboni composero un canto dei sanfedisti come risposta polemica alla Carmagno

Il "tagliere" di Birra

Immagine
Questa volta, al Beer Hunter, proviamo il "tagliere" con quattro tipi di birra, da sinistra a destra. Gradi plato crescente. Taras Boulba, Belgian Ipa DI colore dorato, velato , con un impeccabile cappelo bianco di schiuma fine, cremosa, molto persistente. Ricca di complessi sapori di lievito, luppolata alla perfezione e beverina. 4,5% di alcol, questo sua basso grado alcolico la rende ottima anche per bere qualcosa di fresco in una giornata calda. Decisamente piu' amara di una "standard" ale Belga. In bocca molto morbida e pulita, beverina senza mai essere eccessivamente acquosa. La particolarità di questa birra è anche nella storia della Brasserie de la Senne, la birreria che produce questa Birra, che rappresenta un po' la storia dei  birrifici a Bruxelles. In un momento storico, in cui si contavano oltre 100 birrifici nella città, acquisizioni e chiusure, fanno incontrare, Bernard Leboucq, che aveva un birrificio chiamato Sint-Pieters,

Doppel Book media e Weisse ambrata

Immagine
Oggi vi proponiamo due birre assaggiate tempo fà in una birreria di Agropoli. Questa birreria al loro interno ha una vastissima gamma di birre artigianali in bottiglia, in italia, e sopratutto in centri piccoli, non è facile trovare una birreria che ha il coraggio di proporre tante birre artigianali, tenendo conto che, per quanto siamo in frigo, le birre col tempo decadono, non sono più buone, la birreria si chiama "Beer Hunter" è si trova ad Agropoli provincia di Salerno. Abbiamo provato due birre: Il Montante una doppelbook "onesta" di un birrificio Italiano e una classica Tedesca weisse però  rossa, quest'ultima ci ha incuriositi e quindi provata. Entrambe queste birre sono state ordinate e provate. Il Montante Prodotta in italia in provincia di Lodi, tipo birra doppelbock anche se di gradazione media  alc. 7,3° Schiuma da masticare dove i malti tostati hanno la meglio, la bevuta inizia si apprezza il malto caramellato seguito da sentori di u

Birra belga

Immagine
Approfittiamo di queste vacanze estive, per girovagare tra le birrerie italiane e vedere, che tipo di birre spillano e come sono. In questo appuntamento proviamo quattro birre alla spina Belga e una classica tedesca weissen, ci siamo trovati nella birreria e abbiamo approfittato. Facciamo, quindi, un salto nel Belgio, è queste sono le prime quattro birre che incontriamo: Primus Haacht Birra belga di tipo pils, bassa fermentazione, il colore è biondo chiaro è una birra che si differenzia dalle altre pils, perchè contiene maggiori materie prime è quindi ha un gusto più ricco. Infatti di solito le birre pils hanno circa 4,8° alcolici, mentre la Primus ne ha 5,2° . Schiuma compatta e persistente. Il malto proveniente dal Belgio, Francia e Olanda, e il luppolo di differenti varietà, gli garantiscono un aroma raffinato e un gusto equilibrato. Haacht è un comune Belga delle Fiandre. E' conosciuta sopratutto perchè dà il nome alla Brouwerij Haacht, birrificio che produce questa

Popular Posts

Gösser la Birra Austriaca

Loburg, lo champagne delle birre

Paestum 2018: Festival delle Mongolfiere