Chi ti vuole bene ti renderà polvere

Interessante articolo comparso su un giornale spagnolo. Argomenti
interessanti che trovano spazio solo al di fuori dei confini italiani,
e fanno capire come, ormai, siamo visti dagli altri paesi.

Pubblicato sabato 31 gennaio 2009 in Spagna dal [El periódico de Aragón]

Un'opera pubblica di importanza, vale a dire, che superi i 50 milioni
di euro, non viene finita in Italia prima di sei anni. In Spagna sono
tre. Le scarse tratte ferroviarie dell'alta velocità costano in Italia
quattro volte più che in Spagna. Tuttavia la tratta Barcellona-Madrid
richiede meno tempo di quella Roma-Milano, che è più corta.
Un processo sui contratti incompiuti non si risolve in Italia prima di
quattro anni. In Spagna sono due, in Francia uno, in Gran Bretagna 200
giorni. In Italia si aspetteranno otto anni per risolvere un caso di
ipoteca insoluta, In Spagna un anno, in Danimarca sei mesi.
Questi dati sono parte di un devastante articolo di Alexander Stille
per il New York Review, basato su ponderati studi di Gian Antonio
Stella, Sergio Rizzo, Giulio Tremonti, Peter Gomez e Marco Travaglio.
Si dà il caso che Tremonti sia il ministro delle Finanze di
Berlusconi.
Tutti gli esperti sono concordi nella diagnosi: se l'Italia continua
come nell'ultimo decennio, in 15 anni non farà più parte del modello
europeo ed assomiglierà ad una repubblica dell'America del sud. "Come
si è prodotta una simile catastrofe? Anche gli esperti concordano: a
causa di una classe dirigente corrotta ed inefficace, arroccata in una
casta politica con privilegi terrificanti e impunità giuridica.
Si può lottare contro una dittatura o rovesciare un regime militare,
però nessuno sa come porre fine ad una casta di politici che producono
gli stessi effetti di una manciata di militari ubriachi o di un gruppo
di mafiosi. Lottare contro i regimi autocratici è ciò che l'Europa ha
imparato a fare negli ultimi tre secoli.
Ribellarsi contro i sequestratori della democrazia è una cosa nuova e
non sappiamo da dove cominciare. Anche se non la vota nessuno,
l'oligarchia politica continua a comandare.
Che i padri della patria siano i suoi peggior nemici è la norma in
Africa, ma comincia ad esserlo anche nell'Europa del sud.
Sempre più clientelare e arbitrario, il grosso fardello chiamato Stato
delle autonomie, scivola come un bue morto verso l'estuario del Po.
[Articolo originale di Félix De Azúa ]

--
Tempo Reale Channel
indirizzi: temporealechannel.blogspot.com
www.mogulus.com/temporealchannel

Commenti