Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2009

Rubriche



Si allo sbarramento del 4% per L'Europee

Da Gazzetta del Sud del 29.1.09.
Da martedì la legge alla
Camera. C'è l'ok di Pd, IdV e Udc: si bruceranno le tappe
Europee,
sbarramento al 4% Tutti d'accordo.
inedito accordo tra maggioranza e
opposizioni per l'introduzione della sola soglia di sbarramento del 4%.
Martedì 3 febbraio l'aula della Camera inizierà l'esame della legge
che, entro la settimana, verrà approvata per poi passare al Senato.
Fuori dal "Palazzo" gridano all'inciucio "golpista" i piccoli partiti,
quelli della sinistra e quelli della destra, gli agnelli sacrificali
dell'accordo. Il ministro per i Rapporti con il Parlamento Elio Vito ha
concluso il suo giro di consultazioni con i gruppi parlamentari per
verificare se ci fosse l'accordo su una legge che introduca solo la
soglia del 4%, lasciando intatte le preferenze. E, dopo il sì incassato
martedì da Pd e IdV, e il "nulla osta" dell' Udc, in mattinata ha
incontrato Lega e PdL.
Anche dai due gruppi della maggiora…
Oltre l'80 per cento delle emissioni di inquinanti "ad effetto serra" e piu' del 90 per cento delle emissioni all'origine del fenomeno dell' "acidificazione" sono state generate dalle attivita' produttive, mentre quasi il 20 e' attribuibile alle attivita' e ai comportamenti quotidiani delle famiglie. I dati della rilevazione riferita al periodo compreso tra il 1990 e il 2006 sono stati resi noti dall'Istat. L'elemento piu' preoccupante e' che la ricchezza generata dalle attivita' manifatturiere, in particolare il settore agricoltura ed energetico, in termini di creazione di valore ed occupazione, non e' in grado di compensare i danni procurati alla salute e all'ambiente.Tra le attivita' produttive che piu' contribuiscono alle emissioni di inquinanti figurano le attivita' manifatturiere, da cui proviene il 27,1 per cento delle emissioni complessive di gas ad effetto serra, il 18,6 per cento del tota…

Siamoltre un miliardo di navigatori in internet

Sottopongo alla vostra attenzione quest'articolo per comprenderemelio
l'importanza che avrà il web e quindi la web tv nel nostro futuro:WASHINGTON - Il mondo è sempre più online: per la prima volta, il
numero di utenti ha superato quota un miliardo, circa della
popolazione mondiale. La Cina e gli Stati Uniti sono i paesi in cui si
trovano il maggior numero di navigatori, ma in generale è il versante
pacifico dell'Asia a fare la parte del leone: il 41% degli accessi al
web avvengono da lì. A proclamare il superamento del traguardo del miliardesimo
internettiano è stata la società specializzata comScore, che si occupa
di studiare il traffico sulla Rete. Secondo i ricercatori, l'evento è
avvenuto nel mese di dicembre e rappresenta - nelle parole del
presidente di comScore, Magid Abraham - "una significativa pietra
miliare nella storia di Internet". Il miliardo di utenti è un'altra
testimonianza, per Abraham, dell'esistenza di una "comunità globale
sempre più int…

la recessione economica italiana secondo la stampa spagnola

Secondo i dati della Commissione Europea, la recessione economica
continuerà a colpire duramente l'Italia, con una diminuzione della
produzione di beni e servizi del 2% rispetto allo scorso anno.
In tal modo l'Italia, la cui economia l'anno scorso si è contratta
dello 0,6%, quest'anno non solo continuerà a sprofondare nella
recessione, ma vedrà peggiorare sempre di più la situazione.
Sebbene alcuni indicatori, quali la disoccupazione, siano
significativamente migliori rispetto a quelli di altri stati membri
dell'Unione Europea, la diminuzione della domanda internazionale ha
penalizzato molto l'Italia, sesto paese maggior esportatore al mondo.
In pieno tsunami economico globale, le grandi case automobilistiche
come la Fiat vendono meno, la compagnia aerea Alitalia si dissangua in
continui scioperi e le imprese familiari, come quella di design
'Pininfarina', sono perseguitate dai debiti.
Tra i paesi dell'UE, oltre all'Italia, anche l'Irlanda vedrà diminuire

L'altra faccia delle Maldive: ecco l'isola pattumiera

A quanto pare non siamo gli unici a non reciclare! leggete qust'articolo.Un'isola di immondizia cresciuta dentro un paradiso tropicale che ora
rischia di offuscare la bellezza incontaminata dell'arcipelago delle
Maldive. Si chiama Thilafushi ed è l'atollo meno noto, più
chiacchierato e più inquinato dell'intera repubblica. Nata per volere
del governo locale da un progetto del 1991 e realizzata sulla laguna
omonima nel 1992, oggi l'isola artificiale che fa parte dell'atollo di
Kaafu e che dista solo sette chilometri dalla capitale Malè è
diventata l'isola dei rifiuti più grande del mondo. GUARDA LE IMMAGINIUno scandalo ambientale a lungo tenuto all'oscuro dei media: se ne
parla grazie ad un recente articolo pubblicato sul quotidiano inglese
The Guardian e alle campagne di sensibilizzazione promosse dell'Ong
locale Blue Peace.Thilafushi è una lingua di terra sottile immersa nell'oceano
cristallino che si estende per una lunghezza di sette chilometri e un…

SICUREZZA/ROMA: GENNAIO NERO. STUPRO A GUIDONIA E 2 DONNE TROVATE MORTE AL TUSCOLANO (IL PUNTO)

a quanto pare le cose non sono cambiate, la nostra capitale rimane una
città insicura. Tutti ricordiamo la battaglia dell'attuale sindaco su
questo scottante argomanto. Appunto , ora è sindaco:
Roma, 23 gen - Un gennaio nero, dal punto di vista della sicurezza,
per Roma e dintorni, ancora teatro di violenze nei confronti di donne.
Dopo lo stupro della quarantunenne, nella periferica zona di
Primavalle, nella notte scorsa e' stata aggredita una coppia che si
era appartata nelle campagne di Guidonia, alle porte della capitale.
Un ventiquattrenne operaio e' stato rinchiuso nel portabagagli della
sua auto dopo essere stato selvaggiamente picchiato mentre una ragazza
di 21 anni ha subito violenza sessuale a turno da parte di cinque
uomini, molto probabilmente dell'Est Europa. Un episodio di violenza seguito da un altro tragico caso oggi al
Tuscolano. Questa volta, vittime di un dramma familiare, sono state
due donne, madre e figlia, rispettivamente di 71 e 48 anni, che
vivevano insieme.…

Il testo del discorso di Obama

20 Gennaio 2009'Miei concittadini.
Sono qui oggi pieno di umilta' di fronte al compito che abbiamo di
fronte, grato per la fiducia che mi avete dimostrato, conscio dei
sacrifici compiuti dai nostri antenati. Ringrazio il presidente Bush
per il suo servizio alla nostra nazione, come anche per la generosità
e la cooperazione che ha dimostrato in questo periodo di transizione.
Quarantaquattro americani adesso hanno pronunciato il giuramento
presidenziale, parole che sono state dette in tempi di prosperità e
nelle acque tranquille della pace. Ma ogni tanto il giuramento è
pronunciato in mezzo a nuvole che si addensano e a temporali furiosi.
In questi momenti, l'America è andata avanti non solo grazie alla
abilità e alla lungimiranza di chi la guidava ma perché 'Noi, il
popolo', siamo rimasti fedeli agli ideali dei nostri antenati, e
fedeli ai nostri documenti fondatori.
Così è stato. Cosi' deve essere in questa generazione di americani.
Che siamo nel mezzo di una crisi ormai è st…

non tutti sanno che ...

Roma, 24 ott. (Apcom) - Nuovo capitolo nella lunga vicenda delle
contraffazioni alimentari scoperte in Italia. Dopo vino e mozzarella e
dopo le adulterazioni cinesi e l'allarme melamina, ora è il turno del
prosciutto di Parma. In un deposito di Langhirano, in provincia di
Parma, sono stati sequestrate dai Nas il 21 ottobre 32,5 tonnellate di
prodotti scaduti che avrebbero dovuto essere smaltiti. Invece venivano
ripuliti delle parti marce e infestate dai parassiti. Poi erano
confezionati, etichettati con una nuova data di scadenza, e rimessi
sul mercato, nel circuito dei mercati rionali, degli ambulanti e dei
market etnici: culatello, salame, pancetta, ma soprattutto prosciutto
crudo col marchio di Parma, che finiva in commercio con un prezzo
intorno ai 2,5 euro, contro gli otto euro del prodotto sano. Ora, una
volta scoperti i prosciutti avariati, si tratta di individuare come i
prodotti, che evidentemente dovevano essere smaltiti attraverso la
distruzione, essendo passata la data di scadenza, …

alitalia per non dimenticare

Alitalia, le insidie di un percorso
Ci sono quattro buoni motiviper cui il piano per Alitalia predisposto
da Banca Intesa desta dubbi e perplessità, inducendo, pare, anche
qualche membro del governo a suggerire che venga riconsiderata
l'offerta di Air France sdegnosamente rifiutata quattro mesi fa. 1) Il
piano rischia di costare ai contribuenti oltre un miliardo di euro, un
terzo dei tagli alla scuola previsti dalla Finanziaria; 2) Gli
imprenditori che dovrebbero acquisire il controllo della Nuova
Alitalia corrono rischi seri: sono stati a lungo minimizzati, ma
venuti al dunque non è più possibile nasconderli. Vogliamo davvero
rischiare di trasferire su alcune nostre imprese, oltre che sui
contribuenti, il costo del disastro di Alitalia? 3) Il piano verrebbe
immediatamente impugnato dalla Ue e da quel contenzioso temo usciremmo
perdenti; 4) Il piano richiede che vengano sospese le regole
anti-trust, creando un precedente pericoloso per la politica della
concorrenza.
La Nuova Alitalia che è nata i…

Auguri di Buon Anno

Un piccolo video augurale e un fortissimo ringraziamento a tutti coloro che ci seguono !!
in questo mondo dove le notizie vere vengono sbandierate come vere e le vere notizie camuffate o artefatte da farle sembrare false!!
Grazie al web c'è ancora una luce di informazione vera!! auguri di buon Anno

Popular Posts

Gösser la Birra Austriaca

Loburg, lo champagne delle birre

Festival Barocco Napoletano quarta edizione.