Header Ads

Cina e Tibet (eps. 9) Datong

Cina e Tibet  (eps. 9)
Datong




Giorno 10:
1) il soft sleeper é effettivamente più comodo. Così in questo viaggio verso Datong, finalmente, dormo. La mattina, la luce si accende alle 5:20. Tutti e 4 ci guardiamo in cagnesco per capire chi è che ha svegliato tutti gli altri 45 minuti prima dell'arrivo. Ma la colpa è del capotreno. Che passa e apre pure la porta (già, le soft sleeper hanno pure la porta). Infame. Come promesso da Mr. Gao, un tassista ci aspetta fuori dalla stazione di Datong. Ci sono 15 gradi e ho ancora sonno. Il tassista ci porta prima in un albergo. Vuoi vedere che per 300 yuan, Mr. Gao mi fa fare una doccia? E invece no. Restiamo nella hall, senza WiFi, né caricabatterie fino alle 8, quando ci rivediamo con l'autista. Ci aspettano le grotte di Yungang. Ci rivediamo alle 11, dice il tassista. Facciamo 10:30. Nel frattempo, Margherita va a buttare la spazzatura nel cestino più lontano. Il tassista mi chiede perché. Gli rispondo Tang (donne). Ride di gusto. Siamo proprio tutti uguali, altro che razze. Io ho bisogno di un caffè e Margherita prende un té. A me portano un caffèlatte americano e a lei l'intera brocca di té verde. Perdiamo mezz'ora. 2) Entriamo, allora (45 yuan). Le grotte di Yungang sono bellissime, uno dei top del viaggio.






Scavati è scolpiti troviamo migliaia di Buddha in tutte le dimensioni. Buddha, buddhoni, buddhini, buddhetti. Uno più definito dell'altro. Ed è incredibile che tutto ció sia opera del tuoba nel V secolo d.c. Un popolo turco-mongolo senza precedenti artistici. Ma la posizione di Datong, non lontano dalla via della seta puó spiegarne l'influenza indiana, persiana e greca. Le cave sono 45. Alcune affrescate ancora con i colori originali. Il tempo di visita è di un'ora e mezza. Alle 11 torniamo.


 


2) Il cielo plumbeo di Datong non incoraggia visite.  Ma tornati alla stazione, ci proviamo. Il deposito bagagli mi invia ad un ostello dove pago 50 yuan e mi danno una stanza. Credo sia una mafia. Torno ai taxi. C'è lo stesso tassista. Portaci al tempio Huayan. 15 yuan. Altro ladrocinio. Visitiamo il tempio e una donna si avvicina con dei gesti inconsueti. Alza le mani. Credo voglia che preghiamo Buddha. Amica, io non prego I miei di santi, figurati i tuoi. E poi faccio loro un favore. Quando Dio, Buddha e Allah si riuniranno per decidere della mia anima, si troveranno d'accordo e sbrigheranno la pratica in 2 minuti. Usciamo dal tempio e vediamo prima una chiesa e poi una moschea. Il centro storico di Datong é stato totalmente ricostruito ex novo dal vecchio sindaco. Oggi promosso a sindaco di Taiyuan, capoluogo dello Shanxi. Ma la sensazione di finto è forte. Forse accentuata dai grattacieli che s'intravedono all'orizzonte o forse è colpa di quest'aria pesante che taglia il respiro. Visitiamo il secondo Muro dei nove draghi e ci fermiamo a mangiare da Fenglin Ge. Prendiamo un cestello a testa di Shao mai (ravioli di tradizione Qing cotti al vapore a forma di cuore ripieni di carni diverse, granchio o verdure) ed un té al crisantemo (191 yuan). Torniamo alla stazione. Huoche zhan. Il tassista mi capisce. Non solo, inserisce il tassametro (10,20 yuan). Bastano 10. Ritiriamo i bagagli. Le commesse cominciano a discutere sulla mia ricevuta. Mentre parlano, ce ne andiamo. Abbiamo il treno per Pingyao alle ore 16 40. Facciamo i controlli e ci addormentiamo.


3) Treno per Pingyao. In realtà, treno notturno per Xi'an. Arriveremo alle 00:11 di domani. Speriamo che ci vengano a prendere. Torniamo all'hard sleeper. Stavolta è proprio hard. Non ci sono cuccette, ma un lungo corridoio diviso da camerate. 3 piani di letto a castello ciascuno. E stavolta siamo soli tra i cinesi che sputano sotto al lavandino. Ci guardano. Ci aiutano. Soprattutto Margherita a salire perché la scaletta è scomoda. Una le mostra la tecnica. Poi, quando scende, ridiamo un pó tutti. Attraversiamo campi avvolti nella nebbia. Si distinguono solo le sagome delle centrali nucleari. Piove. Siamo a Pingyao

Prossimo episodio:
Cina e Tibet  (eps. 10)
Pingyao-Xi'an-Zhangjiajie


Sponsorizzazioni:
approfondimenti: Libri e guide sulla Cina
traduttori: traduttori lingua cinese

www.temporealechannel.com
#temporealechannel
#cinamon #cinaruco #cinamonroll #cinamonrolls #cinamoon #cinamonbun #cinabre #cinamonswirl
#cinarcik #cinammonezekielbread #cinar #cinammonlatte #cinamontoastcrunch #cinaminute
#tibet #cina #travel #photo #art #food 

Nessun commento

Powered by Blogger.